Trapianto pre-emptive

Cattura di schermata (25)

 

I pazienti affetti da insufficienza renale hanno ora un’altra possibilità, quella del trapianto pre emptive, prima della dialisi per evitarla e minimizzare le complicanze legate all’insufficienza renale cronica. Questo tipo di trapianto rispetto al trapianto effettuato dopo l’inizio della dialisi soprattutto sé iniziata da molto tempo, ha dimostrato una più lunga sopravvivenza. Tale tipo di trapianto può essere fatto sia da donatore vivente che da donatore cadavere, ma esistono in tutti e due i casi fattori limitanti, ma rappresenta una valida alternativa di sicuro vantaggio per i pazienti evitando la dialisi .L’inserimento in lista trapianto da cadavere prima della dialisi è rigorosamente regolamentato, rispettando quei principi di equità e nello specifico questi nuovi candidati non possono entrare in conflitto né sottrarsi a quelle regole, che la stessa comunità scientifica si è prefissata. Il momento a qui avviare il paziente al trapianto pre emptive dipende :

  • Dall’entità della funzione renale residua considerata per l’inizio della dialisi
  • Dalla velocità di peggioramento della malattia renale.
  • Dal tempo richiesto per l’iscrizione alla lista attiva trapianto pre emptive (LAT).

Non c’è motivo per cui il trapianto pre emptive non possa essere fatto sé esiste un donatore vivente disponibile, in questo caso si avvantaggia il ricevente, senza provocare danno ad altri pazienti in lista trapianto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...